20° RALLYE DES GAZELLES

Prisca Taruffi riparte per una nuova sfida al deserto del Marocco in occasione del ventennale del Rally Aicha des Gazelles. Sarà ancora il "DREAM TEAM" di Renato Rickler Team Mitsubishi a fornire la vettura per migliorare il 3° posto conquistato nell'ultima avventura marocchina?  al

Sarà un'edizione speciale perchè il ventennale rappresenta un traguardo storico per una gara che è entrata nella tradizione delle competizioni off road ed è, soprattutto, un appuntamento per tutte le "GAZELLES" che già hanno corso questa magnifica gara e quelle "in pectore" che hanno l'animo della gazzella e devono solo provare il fascino e l'adrenalina di una gara fuori dal comune.

 

Roma 3 marzo 2008 -  Ancora le date sono incerte ma il epriodo è sempre quello: la fine di marzo. Lasciate perdere le pulizie di Pasqua! Venite nel deserto con me per sfidare voi stesse e conoscere l'immensità e la forza che può darvi questa esperienza. Per me sarà la 5 volta e con me hanno partecipato alcune donne italiane con cui abbiamo stretto un forte legame di amicizia e di stima perchè arrivare in fondo ... non è facile! Il Rallye des Gazelles è una gara di orientamento e guida off road nel deserto marocchino per soli equipaggi femminili. Una gara unica nel suo genere poiché non prevede l'ausilio di GPS ma unicamente di bussole e cartine topografiche militari.

 

Non c'è bisogno di essere pilote professioniste. Insieme a me corrono maestre e soldatesse, manager e dipendenti delle poste, modelle e sportive, massaie e infermiere etc., tutte insieme in un grande universo femminile in cui ci si sfida ma ci sia aiuta, dove l'unico vero nemico può essere solo ... se stessi.

Un'esperienza unica per entare a far parte nel club mondiale delle gazelles insieme a centinaia di altre donne per le quali l'unica vera classifica che conta è quella di arrivare sulla meravigliosa spiagia di Essaouria dopo 10 giorni di vita fra le dune del deserto del Sahara.

 

Per il ventennale è prevista una partecipazione di circa 100 equipaggi iscritti compresi nelle categorie 4x4, SUV, Quad e Buggy per un totale di180 concorrenti che si sfidano fra dune, oued, falesie e rocce di diversa consistenza e grandezza.

 

 

Per l'edizione 2010 l'organizzazione ha confermato i limiti severi per la navigazione che non può essere effettuata neanche con l'ausilio di binocoli o di altro strumento satellitare. La sicurezza degli equipaggi è comunque garantita perché ogni vettura dispone di un duplice meccanismo di richiesta di soccorso sia meccanica che sanitaria e in caso di emergenza basta premere un bottone e l'efficiente servizio di assistenza viene a portare aiuto anche se la gara - a quel punto - è ormai compromessa.

 

Controlli severissimi, costanti non consentono escamotage di alcun genere e arrivare a destinazione ogni giorno, tappa dopo tappa, è un impegno sia fisico che mentale non indifferente che metterebbe a dura prova chiunque.

 

Prisca Taruffi:  

 

"Da qualche anno grazie al riconoscimento dell'organizzatrice del Rallye Aicha des Gazelles, Dominique Serra, sono la rappresentante ufficiale del Rallye des Gazelles per l'Italia.

Sono stata la prima italiana nel 2004 ad affrontare questa gara unica nel suo genere e vorrei poter coinvolgere altre donne e case automobilistiche nella prossima edizione. Come dicevo, non è necessario essere piloti professionisti in quanto il percorso prevede vari livelli di difficoltà. Però bisogna essere delle donne dinamiche, avventurose e desiderose di mettersi in gioco in situazioni a volte estreme.

   priscataruffi.it, 2007. Tutti i diritti riservati. last update: 2007.04.18    designed by: webnoproblem